Sposati e sii sottomessa - Pratica estrema per donne senza paura

Costanza Miriano

 Ci sono ruoli che non si discutono, pena l’infelicità familiare e l’insoddisfazione personale. Parola di moglie felice, realizzata… sottomessa!

 

L’opera:

Anche una casalinga sinceramente non impeccabile, che si riduce a scongelare le fettine sotto le ascelle perché è tardi e i quattro figli devono cenare con qualcosa che non siano rotelle di liquirizia, può essere una buona moglie. L’importante è che permetta al marito di fare il padre, che gli dia autorità, che gli restituisca il posto da più parti messo in discussione, quello di capofamiglia: insomma che sia sottomessa, in modo creativo e felice. Questo libro è per le donne che soffrono in cerca della loro identità, per gli uomini che se ne devono riappropriare, per i figli che hanno bisogno di figure solide. «Spose siate sottomesse ai vostri mariti» è l’invito di san Paolo nella Lettera agli Efesini, e questa raccolta di lettere ad amiche in difficoltà racconta l’idea cristiana della donna e del matrimonio senza ammorbare troppo, con tono leggero e contenuti forti, ricordando che anche la sfumatura dello smalto è importante, nel tentativo di togliere ai cristiani quel sentore di camicetta sintetica, di chitarrina scordata che ormai da troppo tempo li accompagna.

 

L’autore:

Costanza Miriano è nata a Perugia, ha 40 anni. Vive (faticosamente) a Roma con il marito e quattro figli: due maschi e due femmine. È cattolica e quindi contenta di vivere. Dai 14 ai 23 anni ha tradotto Eschilo e Livio, poi è passata alle agenzie di stampa. Da 14 anni è giornalista alla Rai, ora al tg3. Questo è il suo primo libro. Questo è il suo blog http://costanzamiriano.wordpress.com/about/

 


Codice: FVVWFLFR
Peso: 0,50 kg.