Autori Vari

Galileo e lUniverso dei suoi libri

Titolo : GALILEO E L'UNIVERSO DEI SUOI LIBRI
Catalogo della mostra alla Biblioteca Nazionale di Firenze in occasione del 2009 Anno Internazionale dell'Astronomia

Autori: Isabella Truci, Piero Scapecchi, Nicoletta Maraschio

Formato: 21X28
Pagine: 144
Data di uscita: dicembre 2008

Nel 2009 ricorrono 400 anni da quando Galileo Galilei, in Padova, compì le sue osservazioni astronomiche su Giove ed i suoi pianeti, puntando su questi astri un cannocchiale di sua fabbricazione; immediatamente a seguito di queste indagini, nei primi mesi del 1610 fu stampato il Sidereus Nuncius, con il quale Galileo diffondeva nella comunità scientifica internazionale il frutto delle sue indagini ed è per questa ragione che il 2009 è stato proclamato Anno internazionale dell’Astronomia. All’interno delle celebrazioni nazionali patrocinate dal Comitato Nazionale per le celebrazioni del IV centenario dell’invenzione del cannocchiale di Galileo Galilei, la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, con la collaborazione dell’Accademia della Crusca, organizza una mostra di manoscritti, libri e documenti che si propone di ricostruire la biblioteca di Galileo, attraverso il reperimento dei libri da lui posseduti e presenti nei fondi della Biblioteca stessa, con un particolare accento anche sugli interessi linguistici e letterari del grande scienziato. Come è noto, la Biblioteca Nazionale Centrale conserva il Fondo Galileiano, che raccoglie quasi tutti gli autografi di Galileo esistenti nel mondo e molte opere a stampa sue e dei protagonisti della tenzone scientifica intorno alla figura dello scienziato pisano. Base fondamentale per lo studio di questo corpus sono i contributi di Antonio Favaro che, oltre a curare l’edizione delle opere e dei carteggi di Galileo, dedicò uno studio, ancora oggi insuperato, alla ricostruzione della sua biblioteca basato su documenti d’archivio. Con il contributo della prestigiosa Accademia della Crusca di cui Galileo ha fatto parte, la mostra intende approfondire anche il fondamentale apporto del grande scienziato alla formazione del linguaggio scientifico, esaminando il suo particolare uso del latino e del volgare, insieme alla partecipazione all’opera del Vocabolario.


Codice:AR017
Peso: 1,50 kg.